Tag » Piemonte

Dolcetto d'Alba 2012 Umberto Fracassi Ratti Mentone

Rubino cristallino, vino in piena gioventu’ con un naso che declina su note di frutta rossa come melograno, lampone, amarena, ci sono poi evidenti e piacevoli note iodate e di sottobosco, al palato entra in modo elegante per poi dimostrare qualche durezza, prima su tutte sapidità, che cela una freschezza sottile e un tannino appena accennato, buon equilibrio e discreta lunghezza, forse manca un pochino di struttura, ma la bevibilita’ è estrema, da tutto pasto e di buona armonia. 8 altre parole

Degustazioni

Badarina Barolo 2009 Bruna Grimaldi

Grande struttura e rubino brillante, sentori di fragolina di bosco, cioccolato, ciliegia sotto spirito, sentori erbacei che ravvivano il vino ed infine accenni alla marmellata di amarena. 44 altre parole

Degustazioni

Le Vigne Barolo 2010 Sandrone

Rubino pieno e compatto, importante consistenza, un naso che spinge sulla frutta in composta e soprattutto fiori secchi rossi, alcune note di terziarizzazione come il cuoio, il tabacco, la carruba, al palato entra con ottima freschezza e con una leggerissima morbidezza. 40 altre parole

Degustazioni

Marenca Barolo 2010 Pira Luigi

Rubino profondo con note terziarie di liquirizia, cuoio, terra secca, cioccolato, prugna disidratata, al palato è molto maschio, molto importante, non scende a compromessi e dimostra un tannino nervoso, conferma quanto percepito in fase olfattiva e possiede un finale amarognolo risultato di diversi rimontaggi a scopo estrattivo, anche una leggera piccantezza ed una certa nota vegetale. 14 altre parole

Degustazioni

La Foia Barolo 2010 Curto

Rubino scarico con discreta consistenza, naso complesso di frutta rossa, accenni speziati e anche molto floreali, prevale al palato il floreale e il frutto fresco, non grandissima struttura ma una percezione di integrazione, con evidenti segni di immaturità che impongono ancora di attendere per il consumo. 12 altre parole

Degustazioni

BAGNA CAUDA

La mitica puccia piemontese da gustare rigorosamente al sabato, come accompagmamento di un ricco pinzimonio.

Consiglio di mangiarla al sabato in quanto, per il ricco contenuto in aglio, avrete un giorno per smaltirne gli effetti standovene a casina :) 132 altre parole

Ricettesenzadosi

Precocità dell'affermazione del cognome nel Piemonte medievale

La nascita del sistema antroponimico quale oggi ben conosciamo (nome di battesimo + cognome) data in genere ai primi secoli del secondo millennio. In questo articolo Alessandro Barbero, ordinario di Storia medievale presso l’Università del Piemonte Orientale (Vercelli), dimostra – dati alla mano – che nel Piemonte del XII secolo erano già presenti in forme notevolmente evolute tanto il “sistema a due elementi” che l’uso del nome e cognome nella forma che diremmo “moderna”. 32 altre parole

Storia Locale