Un cielo cupo autunnale, uggioso, scuro, fa da sfondo quest’oggi alla tragedia del crollo del ponte Morandi in quel di Genova. Il troncone spezzato dell’autostrada, che si mostra alla stregua di una ideale mandibola sdentata, sembra l’emblema plastico di ciò che è oggi la nostra Italia: un gigante malato arrivato al capolinea, arrivato là dove non si può più andare, oltre c’è il precipizio, la morte del corpo e dell’anima. 697 altre parole